Faq

Italcheck è un sistema di certificazione e tutela dedicato all’autentico prodotto italiano. La certificazione volontaria, da parte delle organizzazioni produttrici di prodotti italiani, al sistema Italcheck permette di ottenere la licenza d’uso del Marchio e di essere inseriti all’interno della piattaforma digitale. Al fine di ottenere la licenza d’uso del marchio è necessario che siano soddisfatti i requisiti previsti dal regolamento, disponibile presso l’ente gestore.

Italcheck offre al consumatore l’opportunità di riconoscere ed autenticare i prodotti ottenendo informazioni aggiuntive e indirizzandolo nelle sue scelte di acquisto.

Il tema della protezione delle produzioni italiane di qualità è strettamente correlato a quello della lotta alla contraffazione, tanto che si potrebbe dire che la più autentica ed efficace difesa dei prodotti “Made in Italy” è proprio costituita dall’innalzamento del livello di protezione contro la contraffazione di marchi, brevetti, design, diritto d’autore e denominazioni d’origine protette.
In pari tempo però occorre acquisire la consapevolezza del fatto che non è tanto sul mercato nazionale, quanto su quelli stranieri che occorre difendere con maggior vigore il valore aggiunto che la “qualità italiana” rappresenta per i consumatori e che quindi in attesa di un intervento auspicato del legislatore comunitario ci si deve valere degli strumenti giuridici già oggi esistenti.
In questo senso appare senz’altro da sostenere e incentivare l’istituzione di marchi collettivi, conseguibili a livello nazionale, comunitario e internazionale, idonei a far meglio percepire e valorizzare al pubblico la qualità dei nostri prodotti e il valore aggiunto che essa rappresenta, anche attraverso adeguate campagne di comunicazione.
Questo strumento, volontario e quindi agevolmente implementabile, pienamente compatibile col diritto comunitario (che prevede già l’istituto) in quanto venga utilizzato in relazione ad una qualità obiettiva garantita e controllata, agile e snello e perciò adattabile alle diverse esigenze delle diverse categorie merceologiche, servirebbe infatti a rendere percepibile la differenza tra veri e falsi prodotti “Italian sounding” al pubblico, soprattutto straniero (ma anche italiano) che già apprezza l’origine italiana delle merci, ma spesso non li sa distinguere; e in pari tempo contribuirebbe anche a una nuova “Cultura del Made in Italy”, diffondendo la conoscenza delle qualità obiettive della nostra produzione, spesso oggetto di un generico apprezzamento non accompagnato però dalla conoscenza effettiva dei veri plus di questa produzione.
Ciò renderebbe più agevole anche la penetrazione dei nostri prodotti sui nuovi mercati che la globalizzazione dell’economia e il miglioramento delle condizioni di vita anche in aree del mondo che ancora pochi anni fa sembravano incapaci di uscire da una condizione di sottosviluppo sta aprendo, e sui quali solo la formazione di “consumatori consapevoli” potrà consentire al nostro Paese di competere col successo che merita.

LEGGI TUTTO SU http://www.cnac.gov.it/index.php/le-macro-priorita/tutela-del-made-in-italy

Fonte: sito Consiglio Nazionale Anticontraffazione (CNAC)

Non dimentichiamo che tutte le iso sono nate come standard privati e poi hanno avuto tale successo da essere riconosciute dalla normativa pubblica.

“Quali sono i requisiti preliminari per ottenere la licenza di utilizzo del marchio?”

Possono ottenere la licenza di utilizzo del marchio Italcheck, senza preclusioni e per qualsiasi organizzazione che lo richieda, operante nei diversi settori merceologici, purché in possesso dei requisiti indicati nel regolamento di utilizzo del marchio.

L’organizzazione è responsabile dell’osservanza degli obblighi di legge cui è sottoposta. L’ente gestore non si assume la responsabilità in merito al rispetto dei requisiti cogenti. Il rilascio della licenza di utilizzo del marchio Italcheck non modifica in alcun modo la responsabilità legale dell’organizzazione nei confronti degli acquirenti, né assolve la stessa nell’osservanza degli obblighi di legge connessi ai prodotti, ai processi ed ai servizi forniti.
L’ente gestore, non è responsabile per qualsiasi uso effettuato dal licenziatario del marchio Italcheck non conforme alle leggi vigenti e disciplinanti i prodotti per i quali è stata richiesta la licenza del marchio collettivo Italcheck. Detta conformità deve essere accertata e verificata dal licenziatario stesso. Qualora le citate leggi comportino la necessità di effettuare modifiche al marchio Italcheck, le stesse potranno essere apportate solo a seguito di preventiva autorizzazione da parte di dell’ente gestore.

“Che caratteristiche devono avere i prodotti per ricevere la certificazione?”

I requisiti che i prodotti devono avere per ottenere la licenza d’uso del marchio Italcheck sono i seguenti:

  • Fabbricazione/produzione italiana dei prodotti. Il concetto di “fabbricazione/produzione” verrà definito di volta in volta con separate appendici a seconda delle categorie di prodotto di interesse ed in base alle normative vigenti per le citate categorie;
  • identificabilità e rintracciabilità del prodotto, delle materie prime, dei componenti, degli accessori e di tutte le lavorazioni;
  • certificazioni, dichiarazioni di conformità richieste dalla normativa vigente in materia.

“Che cos’è l’italian sounding?”

L’italian sounding è la commercializzazione di prodotti che portano nomi di marchi che suonano italiani ma che non sono prodotti in Italia: sono tutti quei prodotti che vengono realizzati e venduti utilizzando in maniera impropria parole, immagini e marchi che richiamano l’Italia.

“Qual è la differenza tra piattaforma di tracciabilità e tracciabilità di un prodotto?”

Una piattaforma di tracciabilità rende disponibili per le aziende o i consumatori una serie di informazioni e approfondimenti sul prodotto, come video illustrativi, documenti, manuali d’istruzioni, ecc… senza solvere agli obblighi di legge.

La tracciabilità è il processo che segue il prodotto dall’inizio fino alla fine della filiera, in modo che il consumatore possa conoscere l’indicazione del luogo in cui sono avvenute le fasi principali del prodotto che sta acquistando.

“Cos’è un’etichetta digitale?”

L’etichetta digitale rende disponibili più informazioni della controparte cartacea. Si può accedere ad un’etichetta digitale da qualsiasi dispositivo digitale collegato in rete come smartphone, tablet o computer attraverso un codice, un QR code, NFC, Rfid …

“A chi si deve rivolgere l’azienda per avere informazioni sul sistema Italcheck?”

Direttamente all’ente gestore o compila il form

“Cosa deve fare l’azienda per aderire al sistema Italcheck?”

Per aderire al sistema Italcheck, deve fare richiesta all’ente gestore, compilando la domanda di licenza.

“Un’azienda può aderire al sistema anche se i suoi fornitori non lo sono?”

Si. L’azienda può fare richiesta di adesione anche nel caso avesse delle produzioni conto terzi o fosse un retailer. In questi casi verranno effettuati gli audit anche presso i fornitori.

“Possono aderire solo le imprese italiane?”

Possono aderire tutte le imprese iscritte alle Camere di Commercio e che quindi hanno la loro sede legale in Italia o che fanno produrre i loro prodotti da un azienda italiana.

“Come si configura Italcheck rispetto ad altre iniziative simili?”

Il nostro è uno dei Principali Sistemi, con Schema di Certificazione integrato ad una Piattaforma di Tracciabilità. Inoltre rispetto ad altre iniziative simili ha il vantaggio di poter far affidamento a un AUDIT di verifica indipendente ed effettuato da un Ente Terzo Rina Service S.p.A. ed Agroqualità S.p.A. , autorevoli e con competenze specifiche. Ciò non toglie che esistano realtà simili, che possano rilasciare un bollino, un’etichetta o possano occuparsi di iniziative analoghe, dove però nella maggior parte dei casi si tratta processi in autocertificazione.

“Quali possono essere le aziende interessate ad adottare il sistema Italcheck?”

Tutte le aziende che producono prodotti italiani, che vogliono dare delle certezze in più al consumatore; quelle imitate da altre aziende che vendono prodotti simili in Italia o all’estero; le aziende che vogliono tutelare i propri clienti autenticando i loro prodotti.

“Quali smartphone sono supportati da Italcheck?”

La Smart Utility Italcheck è fruibile con qualsiasi tipo di smartphone ( IOS, Android, Blackberry, Windows 7, Simbian) PC, tablet etc…

“Dove posso trovare il Codice Italcheck (IC-code) o QR?”

Il Codice Italcheck o QR possono essere trovati in posti differenti, a seconda del tipo di prodotto. Ad esempio possono essere ricamate in etichette tessute, attaccate al collo di una bottiglia oppure stampato su un certificato di autenticità, su un ologramma o sull’imballo del prodotto. In alcuni casi basterà utilizzare il Serial Number o lotto del prodotto per effettuare la verifica.

“L’Authenticator ha dichiarato che il mio prodotto è un falso o che il codice è già stato verificato più volte. Cosa posso fare?”

Richiedi un Fake Report al termine dell’autenticazione contattando l’azienda o l’ente gestore per poter verificare l’autenticità del tuo prodotto.

“What is Italcheck?”

Italcheck is a system of certification and protection dedicated to the authentic Italian product. Voluntary certification by the producing organizations of Italian products, to Italcheck system allows to obtain the license to use the logo and to be placed within the digital platform. In order to obtain a license to use the brand it is necessary that you meet the conditions required by Regulation, available from the managing body.
Italcheck offers the consumer the opportunity to recognize and authenticate products to obtain additional information and addressing it in its purchasing decisions.

“Why not a national mark?”

The theme of the protection of Italian quality production is closely related to the fight against counterfeiting, so that one could say that the most authentic and effective protection of products “Made in Italy” is just made up by raising the level of protection against counterfeit trademarks, patents, designs, copyright and protected designations of origin.

At the same time, however, you must become aware of the fact that it is not so much in the national market, as on foreigners who must defend more strongly the added value that the “Italian quality” means for consumers and therefore waiting for a action advocated by Community legislature it must apply the existing legal instruments today.
In this regard certainly appears to support and stimulate the establishment of collective marks, achieved at national, Community and international level, such as to make it easier to appreciate and value to the public the quality of our products and the added value it represents, even with appropriate communication campaigns.
This instrument, voluntary and then easily implementable, fully compatible with Community law (which already provides the institution) as is used in relation to an objective guaranteed and controlled quality, agile, lean and therefore adaptable to the different needs of different product categories, it would serve us to perceive the difference between real and fake “Italian sounding” products to the public, especially foreigner (but also Italian) who already appreciates the Italian origin of goods, but often doesn’t know how to distinguish them; and at the same time would also contribute to a new “culture of Made in Italy”, spreading the knowledge of the objective quality of our production, often subject to a general appreciation not, however, accompanied by the real knowledge of the true plus of this production.
This also would make easier the penetration of our products in new markets that are opening the globalization of the economy and improvement of living conditions even in areas of the world that still a few years ago seemed unable to get out of a situation of underdevelopment, and in which only the formation of “conscious consumers” will enable our Country to compete with the success it deserves.

READ MORE http://www.cnac.gov.it/index.php/le-macro-priorita/tutela-del-made-in-italy

Source: site National Anti-Counterfeiting Council (CNAC)

Do not forget that all iso are born as private standard and then have had such a success to be approved by public law.ca.

“Which are the prerequisites to obtain the license to use the brand?”

It can get the license to use the mark Italcheck, with open minds and for any organization that requests it, operating in different product sectors, provided they meet the requirements stated in the use of the mark Regulation.

The organization is responsible for fulfilling the legal obligations which it is subjected. The management body does not assume responsibility for the observance of statutory and regulatory requirements. The release of the license to use the mark Italcheck does not in any way alter the legal responsibility of the organization to the purchaser, nor performs the same observance of the legal obligations related to products, processes and services provided.
The management body, is not responsible for any use made by the Italcheck mark licensee not conforms to legislation and governing the products for which it was requested the license of Italcheck collective mark. Such conformity must be ascertained and verified by the licensee itself. If those laws involve the need to make changes to Italcheck mark, the same will be made only after prior authorization by the management body.

“Which features must have the products to achieve the Italcheck certification?”

The requirements that the products must have to get the license to use the mark Italcheck are the following:

  • Italian manufacture / production of the products. The concept of “manufacturing / production” will be defined from time to time with separate appendices depending on the category of the product of interest and in compliance with regulatory requirements for the above categories;
  • identifiability and traceability of the product, raw materials, components, accessories and all the processes;
  • certificates, declarations of conformity required by local regulations.

“What is the Italian sounding?”

The Italian sounding is the marketing of products bearing Trademark names that sound Italian but which are not produced in Italy: they are all those products that are manufactured and improperly sold using words, images and brands that recall Italy.

“What is the difference between traceability platform and traceability of a product?”

A traceability platform makes available for businesses or consumers a range of information and insights on the product, as illustrative videos, documents, instruction manuals, etc … without solve its legal obligations.
Traceability is the process that follows the product from the beginning to the end of the chain, so that consumers can know the details of the place where took place the main stages of the product you’re purchasing.

“What is Digital label?”

Digital label makes available more information of the paper counterpart. You can access digital label from any digital networked device such as smartphones, tablets or computers through a code, a QR code, NFC, RFID …

“To whom should contact the company for information on Italcheck system?”

Directly to the managing body or filling out the form

“What should the company do to join the Italcheck system?”

To join the Italcheck system, you have to request to the managing body, filling in the license application.

“A company can join the system even if its suppliers are not?”

Yes. The company can apply for membership even if he had productions of third parties or it were a retailer. In these cases audits will be performed also at suppliers.

“Only the Italian companies can join?”

All the companies registered with the Chambers of Commerce and therefore have their registered office in Italy or who make their products from an Italian company can join

“How do I configure Italcheck compared to other similar initiatives?”

Ours is the first certification system and platform of integrated traceability. An innovative and independent model compared to other similar initiatives which has the advantage of being able to rely on a control and verification AUDIT performed with Agroqualità S.p.A. (Rina Group) an partner independent, authoritative and with specific skills. The fact remains there are actually considerable competitors that may issue a stamp, label or can undertake similar initiatives, but none appears as a real certification or traceability system.

“What might be the interested companies to take the Italcheck system?”

All companies that produce Italian products, who want to give more certainty to the consumer; those imitated by other companies selling similar products in Italy or abroad; companies that want to protect their customers by authenticating their products.

“Which smartphones are supported by Italcheck?”

The Smart Utility Italcheck is usable with any type of smartphone (IOS, Android, Blackberry, Windows 7, Simbian) PC, tablet etc …

“Where can I find the Italcheck Code (IC-code) or QR?”

The Italcheck or QR code can be found in different places, depending on the type of product. For example, they can be embroidered in woven labels, attached to the neck of a bottle, or printed on a certificate of authenticity, on an hologram or on the packaging of the product. In some cases, just use the Serial Number or batch of the product to carry out checks.

“The Authenticator said that my product is a fake or that the code has already been tested several times. What can I do?”

Get a Fake Report after authentication by contacting the company or the management body in order to verify the authenticity of your product..

Marchio di certificazione del Made in Italy